Irritazione da sfregamento e sport: come proteggere la pelle - Vagisil
Cambia Paese  
×

Irritazione da sfregamento e sport: come proteggere la pelle

La pelle sfrega contro altra pelle, oppure contro i vestiti, e il gioco è fatto. Ci si ritrova così alle prese con un’irritazione cutanea che viene comunemente detta “irritazione da sfregamento”. Quante volte vi è capitato? Il problema può riguardare anche chi fa sport. Scopriamo allora le cause di questo fenomeno e i rimedi agli effetti indesiderati dello sfregamento.

Gli sport che possono irritare la pelle

La pelle rappresenta la prima arma di difesa dell’organismo contro gli agenti aggressivi presenti nell’ambiente esterno. Nonostante ciò non si tratta di una struttura insensibile: i fattori che possono irritarla sono più di uno, incluso l’attrito. Ma quali sono gli sport più a rischio di irritazione cutanea? Ecco qualche esempio.

  • Il ciclismo

    Pedalare espone la pelle al rischio di irritazioni soprattutto a livello della zona inguinale e sulle cosce.

  • Il jogging

    Nel caso di questo sport molto popolare, la zona più esposta a rischi è il petto, in particolare i capezzoli; il problema ha addirittura un nome tutto suo: capezzolo del podista. In questo caso l’irritazione della pelle deriva dallo sfregamento degli indumenti contro il capezzolo.

  • Gli sport da palestra

    Anche l’allenamento indoor può portare alla comparsa di irritazioni da sfregamento. Come nel caso del ciclismo, anche andando in palestra ci si può ritrovare con la pelle irritata soprattutto a livello dell’inguine e delle cosce.

Come proteggere la pelle dalle irritazioni da sfregamento

Per proteggere la pelle dagli effetti dello sfregamento è sufficiente qualche piccolo accorgimento e, eventualmente, ricorrere all’uso di prodotti specifici. Vediamo quali sono le soluzioni che possono essere utili a risolvere i problemi di una classica irritazione cutanea.

  • Preferire abbigliamento in fibre traspiranti

    Tessuti che non lasciano respirare adeguatamente la pelle la rendono più vulnerabile alle irritazioni. Per questo se si vuole ridurre il rischio di irritazioni da sfregamento è bene evitare capi di abbigliamento che ostacolano la traspirazione, tanto più quando, praticando sport, la sudorazione aumenta. In generale, è meglio evitare tessuti sintetici che intrappolano il sudore a contatto con la pelle.

  • Combattere la sudorazione eccessiva

    Proprio perché sudare molto può rendere la pelle più vulnerabile nei confronti delle irritazioni anche i prodotti in grado di assorbire l’umidità in eccesso possono aiutare a evitare questo tipo di problema. Oggi il mercato offre anche delle alternative ai tradizionali talchi; si tratta di polveri super assorbenti a base di amido di mais naturale adatte anche in caso di irritazione intima.

  • Proteggersi con prodotti anti-sfregamento

    Oltre alle soluzioni anti-umidità esistono anche prodotti che aiutano a ridurre l’attrito cui può essere esposta la pelle e a dare sollievo in caso di irritazione cutanea. Non si tratta solo di polveri, talchi, idratanti o altri rimedi aspecifici ma di gel e spray appositamente pensati per risolvere il problema dell’irritazione della pelle Cos’è l’irritazione da sfregamento e come prevenirla. Lo spray è particolarmente pratico e piacevole da utilizzare: nebulizzato sulle parti soggette a sfregamento, si assorbe rapidamente senza ungere o macchiare, lascia sulla pelle un piacevole effetto seta e, non contenendo profumi o coloranti potenzialmente irritanti, è adatto anche all’uso a livello delle parti intime.

  • Utilizzare detersivi per il bucato delicati

    A volte il problema è una vera e propria dermatite da contatto scatenata da sostanze che irritano la pelle. Anche i detersivi per il bucato possono dare il loro contributo, in particolare quando contengono sostanze aggressive. Per questo è meglio utilizzare prodotti delicati.

×