Prurito intimo: l’importanza della prevenzione - Vagisil
Cambia Paese  
×

Prurito intimo: l’importanza della prevenzione

Il prurito intimo è un problema che, purtroppo, affligge molte donne. Le cause scatenanti di questo problema possono varie: infezioni vaginali, alterazioni ormonali e irritazioni sono infatti solo alcuni dei motivi per i quali può insorgere il prurito. Il problema, inoltre, può riguardare sia la vulva (quando si tratta di un prurito intimo esterno) sia la vagina e può essere associato anche a bruciore intimo. A volte per combatterlo è necessario assumere antibiotici o antimicotici anche per via orale; fortunatamente, però, bastano piccoli accorgimenti per combattere il problema alla sua radice. Ecco cosa fare per una prevenzione a prova di prurito intimo.

  • Non usare detergenti aggressivi

    Saponi e altri prodotti per l’igiene intima contenenti delle sostanze irritanti possono favorire la comparsa di prurito e bruciore intimo. Per questo è meglio preferire detergenti a base di ingredienti più delicati, come gli estratti naturali di camomilla e calendula (rinfrescanti e lenitivi), tea tree oil e olio di neem (due antibatterici naturali) e acido lattico e acido citrico (utili per riequilibrare l’acidità naturale delle zone intime).

  • Evitare le lavande intime

    Alcune donne si sentono più pulite se ricorrono all’uso delle lavande ma, in realtà, questi rimedi possono risultare controproducenti. Il motivo? Possono privare la flora vaginale di batteri che aiutano a prevenire le infezioni responsabili del prurito vaginale.

  • Pulirsi in modo corretto

    Anche il modo in cui ci si pulisce dopo essere state in bagno può essere determinante: meglio farlo sempre con movimenti dalla vagina verso l’ano, in modo da rendere meno probabile il passaggio di microbi pericolosi proprio nella vagina. Inoltre, soprattutto quando si è fuori casa, può essere utile utilizzare delle salviettine intime imbevute di soluzioni che, creando un effetto barriera contro le secrezioni, contrastano proprio la comparsa di pruriti e irritazioni.

  • Asciugarsi accuratamente

    Asciugarsi delicatamente aiuta a evitare irritazioni intime. Tuttavia, è importante farlo in modo accurato, perché un microclima umido a livello delle zone intime può favorire la proliferazione dei microbi e l’insorgenza di irritazioni e bruciore intimo. Per lo stesso motivo è bene anche non indossare a lungo costumi da bagno umidi o biancheria intrisa di sudore.

  • Utilizzare il profilattico

    L’uso del preservativo aiuta a evitare le infezioni sessualmente trasmissibili che possono scatenare prurito intimo come la candidosi, le vaginosi batteriche e la tricomoniasi.

  • Assumere probiotici

    Particolarmente utili in caso di alterazioni della flora batterica (come quelle associate alle terapie a base di antibiotici), aiutano ad assicurarsi la presenza di microbi “buoni” che contrastano la proliferazione dei patogeni responsabili del prurito intimo Prurito intimo & Co: perché è così difficile parlare dei problemi intimi.

  • Tenere sotto controllo la glicemia

    In caso di diabete mantenere la glicemia nella norma aiuta anche a ridurre il rischio di candidosi, una delle possibili cause di prurito e bruciore intimo.

  • Fare attenzione anche al bucato

    Anche i detersivi per il bucato possono contenere sostanze irritanti in grado di scatenare prurito intimo. Meglio, anche in questo caso, utilizzare prodotti più delicati.

  • Scegliere un abbigliamento anti-irritazioni

    Tessuti poco traspiranti possono aumentare l’umidità nelle parti intime e favorire così la proliferazione dei microbi responsabili del prurito; per questo è meglio utilizzare biancheria intima di cotone. Sempre per dare alla pelle la possibilità di traspirare è meglio non indossare pantaloni in tessuti sintetici o troppo aderenti, che possono scatenare irritazioni anche aumentando l’attrito tra pelle e tessuti.

  • Utilizzare prodotti anti-sfregamento

    Proprio per ridurre lo sfregamento che può irritare le parti intime è possibile utilizzare gel o spray specifici. Ad esempio uno spray (più pratico rispetto a un gel) è possibile creare una vera e propria barriera protettiva che aiuta a prevenire le irritazioni evitando le frizioni.

  • Mantenere il peso nella norma

    I chili di troppo possono favorire le irritazioni intime perché sono associate a uno sfregamento maggiore. La situazione ideale è quella in cui l’indice di massa corporea è inferiore a 25 – limite a partire dal quale si inizia a parlare di sovrappeso.

×